Il cancro alla prostata e cagliato

Il mio medico – Cancro alla prostata : le nuove terapie

Sintomi e trattamento della prostata di grado 3

In primo luogo i grassi animali non sono affatto un fattore favorente le patologie cardiovascolari, caso mai è un loro eccesso ad essere dannoso. Ma tanto il cancro alla prostata e cagliato i grassi del latte, come dimostrano recenti meta-analisi nelle quali risulta chiaro che non solo il consumo di latticini non è associato a rischio cardiovascolare, ma anzi, è associato ad una protezione cardiovascolare[5].

Ma anche ipertensione e diabete [6,7], patologie a sé stanti, ma concorrenti al danno cardiovascolare, risentono favorevolmente del consumo di latticini. Bevendo il latte vaccino si ingeriscono anche sostanze inquinanti presenti nei mangimi e sostanze somministrate agli animali per evitare le infezioni mammarie provocate dalla produzione di decine di litri di latte al giorno. Che sia granella di mais o fieno, entrambi provengono da terreni trattati con fitofarmaci autorizzati e nei limiti previsti dalla normativa comunitaria.

Non si usano farmaci per prevenire malattie, ma per curarle. Anche gli animali, infatti, possono ammalarsi.

Senza dimenticare che la presenza di un antibiotico nel latte farebbe fallire il processo di caseificazione. Più in generale, secondo il rapporto, non esiste nessuna evidenza convincente Grado 1 di associazione tra latticini e cancro, ma solamente alcune probabilità evidenza di Grado 2.

Quindi un probabile non certo rischio di cancro alla prostata è descritto solamente per consumi di latte superiori a un litro al giorno, mentre nessun rischio è descritto per i consumi raccomandati di porzioni al giorno.

Consumo di prodotti lattiero-caseari e rischio di cancro, tratto da [ 8 ]. La vitamina B12 non viene sintetizzata dalle piante o dagli animali, ma dai batteri presenti nel microbiota intestinale. Per essere assorbita deve legarsi al fattore intrinseco, di provenienza gastrica. Nel il cancro alla prostata e cagliato dei ruminanti, invece, la situazione è diversa. Numerosi studi riconosciuti a livello mondiale sostengono la pericolosità del consumo di latte e prodotti derivati.

Su il cancro alla prostata e cagliato pagina, a seguito di studi di epidemiologia nutrizionale, i ricercatori esprimerebbero una posizione decisamente contraria al consumo di latte. Ma, ovviamente, non è vero. Ma le quantità di latte consigliate dalle Linee Guida statunitensi sono circa il triplo di quelle previste in Europa ml al giorno.

È quindi comprensibile che si inviti alla prudenza. Che in Italia non ha senso, perché i consumi sono il cancro alla prostata e cagliato al di sotto di quelli raccomandati! Comitato scientifico. Cavalli Sforza, L. Cavalli Sforza, Evoluzione genetica e culturalein Treccani. Cavalli Sforza, Chi siamo: la storia della diversità umana.

Fenton, T. Lyon, Milk and acid-base balance: proposed hypothesis versus scientific evidence. J Am Coll Nutr, Sette, S. Int J Food Sci Nutr, Soedamah-Muthu, S.

Am J Clin Nutr, Aune, D. Hypertension, Food, nutrition, physical activity, and the prevention of cancer: a global perspective. Ferlay, J. Eur J Cancer, Heaney, R. Sampson, H. J Allergy Clin Immunol, Nicklas, T. Dougkas, A. Nutr Res Rev, p.

Il cancro alla prostata e cagliato, H. Int J Obes Il cancro alla prostata e cagliato Pfeuffer, M. Schrezenmeir, Milk and the metabolic syndrome. Obes Rev, Previous Article Miti e verità: latte e derivati nella dieta dei bambini. Next Article Miti e verità sul latte: latte e derivati come fonti di calcio. Comments are closed.